forte

Corso ex libretto sanitario in FAD

 tt 

Corso OSS

Manifesto-OSS-definitivo 

Accesso

LOG IN

Newsletter

A+ A A-

Legalità Mi Piace 2017. La Confcommercio incontra gli allievi dell’Istituto di Istruzione Superiore “N. De Filippis - G. Prestia”di Vibo Valentia

 

Oggi 21 novembre è la Giornata nazionale "Legalità, mi piace!" per analizzare e denunciare l'entità e le conseguenze dei fenomeni criminali sull'economia reale e sulle imprese promossa da Confcommercio ormai dal 2013.

La Giornata ha promosso e rafforzato, come testimonia la storia di Confcommercio, la cultura della legalità che è un prerequisito fondamentale per la crescita e lo sviluppo.

I fenomeni illegali - contraffazione, abusivismo, estorsioni, usura, infiltrazioni della criminalità organizzata, furti, rapine, taccheggio - incidono sul corretto funzionamento del mercato in quanto falsano il gioco della concorrenza, comportano la perdita di fiducia degli operatori e la diminuzione degli investimenti. Questi fenomeni impattano pesantemente sul sistema economico-sociale in quanto determinano la chiusura di imprese oneste e la perdita di posti di lavoro, colpiscono la tutela dei consumatori, la sanità e la sicurezza pubblica, causano un danno d’immagine all’intero paese.

 

Anche a Vibo, la Confcommercio  ha deciso di essere protagonista in questa giornata dedicata alla legalità e in collaborazione con l’Associazione Antiracket e Antiusura di Vibo Valentia, ha organizzato un incontro con gli allievi delle classi V A e V C  dell’Istituto di Istruzione Superiore “N. De Filippis - G. Prestia”di Vibo Valentia, grazie alla collaborazione del dirigente dr. Gentile, per discutere sui fenomeni criminali che affliggono gli imprenditori danneggiando la nostra economia.

Relatori: per Confcommercio il membro di giunta, sig.ra Raffaela Caforio;

Per l’Associazione Antiracket e Antiusura il vice presidente avv. Giovanna Fronte

La sig.ra Raffaela Caforio si è soffermata sul valore della legalità intesa anche come libertà , esponendo i dati relativi alla Calabria dell’indagine svolta da Confcommercio e GfK Italia
sui fenomeni criminali (contraffazione, abusivismo, estorsioni, usura, infiltrazioni della criminalità organizzata, furti, rapine, taccheggio) ,di  come incidono sul corretto funzionamento del mercato, di come comportano la perdita di fiducia degli operatori e la diminuzione degli investimenti, del danno economico che creano, del pericolo che può comportare l’acquisto di merci contraffatte, del danno sociale a causa del mercato del lavoro nero e tanto altro.

…un imprenditore non può  essere libero se è taglieggiato!! …ed a questo proposito gli allievi, che potranno essere i futuri imprenditori, sono stati invitati ad adottare lo slogan “Un’ impresa libera….costi quel che costi”, che è un reading a due voci nel quale la libertà di fare impresa è declinata come libertà dal racket, dalla corruzione, dall'usura, dalla contraffazione, dalla violenza.

Pagina Facebook Confcommercio

 

mi-piace

I nostri corsi

SmartArt Organigramma con immagini

Carta dei Servizi

 carta servizi 

Copyright © 2013 - Confcommercio di Vibo Valentia - powered by 3K STUDiO

Registrati

User Registration
or Annulla