forte

Corso ex libretto sanitario in FAD

 tt 

Corso OSS

Manifesto-OSS-definitivo 

Accesso

LOG IN

Newsletter

A+ A A-

Contribuzione Enpals nell’ estratto contributivo

 

 

Da un sondaggio effettuato sugli estratti contributivi è emerso che almeno il 70% dei soggetti hanno sull’ estratto contributivo alcuni periodi di contribuzione versati nella gestione ex  Enpals  per aver partecipato  in  modo  occasionale come   “generico” in un film  o   in una  fiction,  oppure come  musicista o come sportivo professionista.

E’ necessario fare il punto per capire cosa significa avere una contribuzione nell’Enpals nella proprio estratto contributivo.

Com’è noto l’Enpals, è stato per molti anni Ente Nazionale di Previdenza e Assistenza ai Lavoratori dello Spettacolo preposto. Erano iscritti a questo Ente previdenziale tutti quei   soggetti che lavorano nel mondo dello spettacolo e gli sportivi professionisti.

Per effetto della legge 22 dicembre 2011, n. 214, di conversione del decreto legge 6 dicembre 2011, n. 201, all'art. 21, comma 1, (leggi Monti Fornero) l’Ente Nazionale di Assistenza e di Previdenza per i lavoratori dello Spettacolo (Enpals) è stato soppresso ed è confluito nell’Inps con attribuzione delle relative funzioni in tutti i rapporti attivi e passivi.

Pertanto, prendendo come consolidato il principio che nell’arco del proprio ciclo lavorativo le situazioni di lavoro sono  mutevoli e che conseguentemente il versamento della contribuzione può variare, è opportuno fornire alcune precisazioni in merito ai criteri vigenti in presenza di contribuzione o.b.g, contribuzione nel fondo lavoratori Enpals e in via residuale nelle gestioni speciali (artigiani e commercioanti).

I criteri per la determinazione e competenza per la liquidazione delle pensioni in presenza di contribuzione nel fondo lavoratori dello spettacolo degli sportivi professionisti  sono  disciplinati dall’art 16 del D.P.R 31/12/1971 , n. 1420.

Pertanto, i soggetti che possono far valere i contributi sia presso il fondo lavoratori dipendenti sia presso la gestione lavoratori dello Spettacolo e sportivi professionisti hanno diritto a conseguire “un’unica prestazione previa possibilità di cumulare in modo gratuito la contribuzione accreditata per ottenere un'unica prestazione previdenziale”.

Determinazione competenze di pensione

Ai fini della determinazione e della competenza per la liquidazione della pensione tra contribuzione del fondo lavoratori dipendenti e contributi ex Enpals costituisce un elemento determinante “la prevalenza contributiva “.

Ne consegue che in presenza di posizioni contributive miste, ossia con contribuzione versata nel Fondo lavoratori dello spettacolo e degli sportivi professionisti, di uguale entità o prevalente rispetto a quella versata nel f.p.l.d, la competenza alla liquidazione della prestazione sarà attribuita alla “gestione dello spettacolo”.

Altre valutazioni invece devono essere  effettuate per la verifica del diritto a pensione con contribuzione nel fondo lavoratori dello spettacolo, nel fondo lavoratori dipendenti e con contribuzione  nelle gestioni speciali (artigiani e commercianti).

 L’accertamento e la verifica del requisito contributivo ai fini del diritto a pensione in presenza di contribuzione mista, ossia nel fondo lavoratori dello spettacolo, nel fondo lavoratori dipendenti e nella gestione speciale lavoratori autonomi, è  effettuata nel seguente modo e con tre casistiche:

  1. a)In primo luogo, l’eventuale conseguimento dei requisiti pensionistici accreditati nel fondo lavoratori dello spettacolo e la gestione del fondo lavoratori dipendenti; qualora detta verifica dia esito positivo si procede alla liquidazione delle prestazione.

In presenza di ulteriore contribuzione nella gestioni speciali, l’interessato potrà valorizzare tale contribuzione con una domanda di pensione supplementare se la prestazione principale è a carico dell’Enpals, ovvero a un supplemento di pensione se la prestazione è a carico dell’Assicurazione generale obbligatoria.

  1. b)Qualora detta verifica dia esito negativo, l’eventuale conseguimento del diritto a pensione potrà essere valutato cumulando la contribuzione nella gestione speciale autonoma e con la contribuzione versata nel F.P.L.D.

In questo caso il cumulo della contribuzione nel fondo lavoratori dipendenti e della gestione speciale procurerà un trattamento pensionistico nella gestione speciale.

Inoltre in presenza di contribuzione nel fondo lavoratori dello spettacolo tale  contribuzione potrà essere valorizzata con “la domanda di una pensione supplementare”.

  1. c)In via residuale il conseguimento del diritto a pensione attraverso l’utilizzo dei contributi accreditati nella gestione del fondo lavoratori dello spettacolo, fondo lavoratori dipendenti e con l’utilizzo dei contributi versati nelle gestioni speciali.

In questo caso la contribuzione già accredita nel fondo lavoratori dello spettacolo potrà essere trasferita nel fondo lavoratori dipendenti e pertanto cumulata infine con quella nella gestione speciale commercianti in via residuale per il diritto a pensione. In questo caso avremo una pensione che dovrà essere inviata come un VO/com.

La convenzione citata tra ex Enpals/Inps vale anche per l’erogazione del Supplemento di Pensione.

Infatti articolo 13 della citata Convenzione D.P.R 31/12/1971, n. 1420, peraltro, dispone che i contributi versati dopo il pensionamento debbano essere trasferiti presso la gestione che ha liquidato la pensione, quando venga richiesta la liquidazione di un supplemento.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Esempio:

 

Un lavoratore dello spettacolo, titolare di pensione a carico del FPL,S calcolata sulla base della sola contribuzione ex ENPALS che, in data successiva al pensionamento, riprenda l’attività lavorativa con versamenti contributivi presso il FPLD dell’Istituto, ha facoltà di richiedere, nei termini previsti per legge, la liquidazione del relativo supplemento a carico del FPLS che ha liquidato il trattamento previdenziale. 

La stessa condizione è prevista nel caso contrario. 

 

In ultima analisi si precisa che, ai fini dell’ottenimento di un’unica prestazione pensionistica in presenza di contribuzione versata in varie gestioni previdenziali, l’introduzione dell’istituto del cumulo gratuito, legge 232/2016, ossia la possibilità di cumulare tutti i periodi assicurativi presenti sulla propria posizione contributiva per ottenere una unica pensione, ha effettivamente risolto in buona parte questi problemi.

Il problema viene risolto in parte per quanto attinente alla contribuzione Enpals perché con il cumulo gratuito la contribuzione Enpals subisce un’inevitabile contrazione delle eccedenze giornaliere dei periodi di riferimento.

 

 

Per qualsiasi problema attinente all’argomento trattato e per tutti i problemi di natura previdenziale, 50&PiùEnasco fornisce in via del tutto gratuita la consulenza più opportuna.

 

 

Pagina Facebook Confcommercio

 

mi-piace

I nostri corsi

SmartArt Organigramma con immagini

Carta dei Servizi

 carta servizi 

Copyright © 2013 - Confcommercio di Vibo Valentia - powered by 3K STUDiO

Registrati

User Registration
or Annulla